Natalie Imbruglia: da Torn a Instagram i suoi successi

Natalie Imbruglia: da Torn a Instagram i suoi successi

Natalie Imbruglia, un’icona intramontabile del pop anni Novanta /Duemila, fa impazzire il web con uno scatto su Instagram. Con un selfie dentro un bar a Melbourne, la sua città, si mostra rilassata e giovanile mentre si gusta una bevanda green. Il segreto di tale successo sono Yoga, disciplina alimentare e costanza nella cura del proprio benessere. I commenti non si sono fatti attendere, una bellezza dove il tempo sembra non sia passato mai. Natalie Jane Imbruglia è nata a Sydney nel 1975, ha doppia nazionalità australiana e inglese. Il padre Elliot Imbruglia è italiano, di Lipari. Fin da piccola studia danza e musica, abbandona la scuola a sedici anni. Inizia il suo esordio televisivo come testimonial pubblicitario e interprete di una soap opera australiana dove conosce Kylie Minogue e Holly Vacance. A Londra inizia la sua carriera musicale e il primo album, Left Of The Middle, verrà inciso nel 1997. Natalie Imbruglia, il successo di Torn – link per download musicale Natalie Imbruglia ha 43 anni e tutti si riferiscono al primo video Torn pubblicato 22 anni prima rimasto nella memoria per la storia che racconta, una storia d’amore che finisce, e la particolarità della clip. Un real video dove in primo piano racconta la fine di una storia come la fine di un bel set e tra momenti romantici e addio si confonde il set di preparazione della clip con il senso finale della canzone e l’esplosione finale: uno sfogo musicale che ci riporta alla memoria i felponi anni Novanta. All’interno del canale “Natalie Imbruglia Vevo”, Torn è stato pubblicato nel 2009, si trova all’interno di una collezione Apple Music dal...
Ren Zhengfei, il presidente Huawei rompe il silenzio

Ren Zhengfei, il presidente Huawei rompe il silenzio

Ren Zhengfei è il presidente di Huawei, classe 1944 di Guizhou nella provincia sud occidentale della Repubblica popolare Cinese. Sua figlia, Meng Wanzhou, direttrice finanziaria soprannominata la “principessa Huawei“, è stata arrestata in Canada con l’accusa da parte degli Stati Uniti di presunta violazione delle sanzioni contro l’Iran: Huawei, proclama la sentenza, avrebbe promosso la commercializzazione di brevetti verso l’Iran. Tale accusa era stata usata contro il secondo colosso cinese più famoso ZTE che dal 2015 cresce sviluppando una rete commerciale di prodotti tra Europa ed Asia. Ren Zhengfei, il rilascio di Meng Wanzhou Meng Wanzhou è stata rilasciata con una cauzione di 6,5 milioni di euro e uno scontro diplomatico con Pechino che ha accusato gli Usa di violazione dei diritti umani. All’arresto, in questi giorni, sono seguite le accuse di spionaggio e imperialismo economico subito dopo l’arresto di dipendenti del colosso per spionaggio. L’ultimo dei fatti più gravi è stato l’arresto di due uomini un cittadino cinese dipendente del colosso aziendale insieme ad un polacco. Entrambi sono accusati di aver passato informazioni all’intelligence di Pechino, il cittadino cinese è un uomo di affari mentre il polacco lavora nell’ambito del business cibernetico. Ren Zhengfei, la rottura del silenzio Dopo le affermazioni del console cinese contro gli USA, Ren Zhengfei ha chiarito la sua posizione rompendo il silenzio di questi mesi. “Amo il mio Paese, la Cina, sostengo il partito comunista ma non ho mai ricevuto alcuna richiesta da alcun governo di fornire informazioni inappropriate”. Si è riferito a Donald Trump commentando i tagli fiscali e ha sottolineato che lo sviluppo di Huawei è frutto di successo commerciale dove non...
Ultima Thule e Plutone, le ultime scoperte della Nasa

Ultima Thule e Plutone, le ultime scoperte della Nasa

Oggi con Fasa News, il nostro sito di notizie tecnologiche, usciamo dal web e dal pianeta Terra insieme alla sonda New Horizons. A Capodanno, la Nasa ha effettuato un volo ravvicinato su Ultima Thule, l’asteroide più lontano dalla Terra che ha la forma di un pupazzo di neve rovesciato. Ultima Thule, la nuova scoperta della NASA New Horizons, sonda della Nasa, ha scattato e inviato le prime immagini proprio ad inizio anno. Si tratta di corpo celeste completamente ricoperto di ghiaccio interno alla fascia di Kuiper, una regione del sistema solare che dista 6,4 miliardi di chilometri dalla Terra. Dal sito della Nasa possiamo vedere foto inedite dell’asteroide, l’annuncio del viaggio verso questo punto era stato dato il 13 marzo. Ultima Thule è noto come MU69 2014, New Horizon ha impiegato ben 13 anni per raggiungerlo ed effettuare il flyby. Alle ore 16.39 del primo giorno 2019, Jim Bridenstine ha twittato l’arrivo della sonda nel punto più lontano mai raggiunto dal nostro pianeta, le foto di questa atmosfera arriveranno durante l’anno. Alice Bowman, responsabile delle operazioni di missione ha spiegato che New Horizons è rimasta intatta nel lungo viaggio, il primo messaggio radio infatti ha solo inviato informazioni tecniche sullo stato del veicolo spaziale. La sonda scatterà foto su Ultima Thule per 72 ore da 3500 chilometri di distanza. Video dedicato a New Horizons da Brian May nel 2015 La sonda ha ispezionato Plutone nel 2015, l’avvicinamento al pianeta con le prime immagini ufficiali è avvenuto nel 2006, il Flyby ha permesso di raggiungere il punto massimo di avvicinamento a 12500 km dalla superficie. Il viaggio verso la fascia...
Huawei punisce due dipendenti, ecco perchè

Huawei punisce due dipendenti, ecco perchè

Ed ora una vicenda accaduta sotto periodo natalizio che ha fatto il giro del mondo, Huawei punisce due dipendenti che hanno usato l’iPhone per inviare auguri di capodanno con Twitter. Huawei ha demansionato e decurtato lo stipendio a due dipendenti che hanno inviato dall’account ufficiale della compagnia il messaggio di Capodanno da Twitter. Non era intenzione dei due impiegati fare pubblicità ad iPhone dalla sede del colosso cinese, purtroppo però il Tweet, subito cancellato, ha riportato la scritta “Twitter for iPhone“. L’accaduto ha attirato subito l’attenzione degli utenti, soprattutto geek, che hanno notato il particolare cinguettio Apple. Bloomberg ha riportato i numeri della punizione: un taglio dello stipendio da 650 euro, ovvero 5000 yuan. Sicuramente l’ accaduto è stato molto eclatante e, proprio per questo, Huawei punisce due dipendenti. L’incidente, si legge nella nota Bloomberg è avvenuto durante i problemi della social media agency esterna che segue Huawei, attualmente secondo produttore al mondo di smartphone. I problemi riguardavano la VPN, la rete di comunicazione privata che consente di usare liberamente Twitter e altri servizi Web in Cina nonostante la censura. Huawei punisce due dipendenti, i fatti contestati I due dipendenti hanno quindi usato un iPhone con scheda Sim estera. Il vicepresidente Chen Lifang ha spiegato il motivo della punizione, l’incidente ha causato danni al marchio Huawei. Nel secondo trimestre, il colosso cinese ha superato Apple in borsa e si pensa che a far scattare tanto rumore non sia solo una questione di marketing ma ci sia una tensione sociale, economica e finanziaria legata alla guerra economica internazionale. Forse in altri tempi, tra il colosso cinese e Apple, impegnata a...
Nokia 9 PureView, con 5 fotocamere al MWC 2019

Nokia 9 PureView, con 5 fotocamere al MWC 2019

Nelle scorse settimane sono trapelate le immagini di un nuovo smartphone, il Nokia 9 PureView. Si tratta di un modello di fascia alta prodotto dalla HMD Global. Questa società Finlandese sviluppa dispositivi mobili con il marchio Nokia, è stata creata nel 2016 dopo l’acquisto da parte della divisione feature Phone di Microsoft Mobile. Microsoft nel 2013 acquisì il settore Devices & Services di Nokia. Per un periodo il mercato europeo e asiatico hanno visto diffondersi nuovi modelli Nokia Windows Phone e pochissimi rimasti con il sistema operativo unico di Nokia. Il video che mostra il futuro top di gamma Nokia 9 PureView è uno spot promozionale pubblicato da MySmartPrice, un sito estero aggiornatissimo di notizie e informazioni mobile. Una danza del dispositivo nel video che mostra le sue potenzialità: la connettività 5G, funzioni per la realtà aumentata, la parte retro con ben 5 fotocamere prodotte da Zeiss Optics. Le vediamo collocate al centro della scocca posteriore in una sagoma a fiore, 5 fori sono gli obiettivi delle fotocamere e due fori hanno altre funzionalità. Nel video troviamo la scritta anteriore AndroidOne, design curato da HMD Global, fabbricazione in Cina e altre sigle. Nokia 9, display, processore e navigazione Android L’inizio del video mostra una parte del display touch che permetterà di navigare su sistema operativo Android One, ricordiamo che gli ultimi modelli Nokia hanno installato l’aggiornamento 9 Pie. Un’icona del microfono la vediamo posta all’angolo del display che non è total-screen ovvero senza bordo laterale. La fotocamera per selfie è collocata sul lato destro con la scritta Nokia vicino. Lo spot continua mostrando i vari ambienti di navigazione, l’attivazione con riconoscimento delle impronte digitali, navigatore...