Modem Huawei 5G, presentazione e intervista

Huawei e Qualcomm se la giocano sui micro-modem per la connettività 5G, il futuro standard per la navigazione mobile collegata all’Internet delle Cose, IoT, che servirà ad interagire con dispositivi, elettrodomestici e, forse, robot controllabili con smartphone, tablet e anche semplici computer. Richard Yu, Ceo di Huawei ha presentato un nuovo modem Huawei  5G e una serie di modem flessibili per gli standard 3G, 4G e 5G. E’ stata introdotta la presentazione di uno nuovo smartphone, un top di gamma da 1000 euro che verrà presentato alla fiera tecnologica di Barcellona, il Mobile World Congress 2019. Il nuovo smartphone entrerà con un modem Kirin 980, successivamente per lo sviluppo di un modello modem Huaweri 5G total  verrà elaborata l’introduzione connessa del nuovo Kirin 990 verso la seconda metà dell’anno.

Il Ceo di Huawei ha mostrato in una grafica i tre modelli di Modem disponibili.

  • Balong 5G01: modello chip 5G Only;
  • Balong X50: Modello 5G Only;
  • Balong 5000: modello flessibile 5G, 4G, 3G e 2G.

Tutti i concorrenti di Huawei come Apple con Intel sono impegnati nella costruzioni dei loro chip modem e dei loro processori, uno sviluppo pieno e funzionale è previsto per il 2020, questo tempo non è legato tanto all’innovazione tecnologica e industriale dei vari colossi hi-tech ma all’adattabilità delle connessioni digitali presenti nei paesi che si dovranno adeguare, se vorranno, alla nuova potenza connettività collegata non solo a smartphone e computer più potenti ma anche alla diffusione di elettrodomestici e altre utilità hiteche collegate a wireless o bluetooth.

Modem Huawei nelle future case smart cities.

Il Ceo You oltre a discutere le tendenze di mercato ha esposto i dati sulle velocità download dei nuovi modem. Balong 5000 presenta un confronto di 4.6 Gbps contro i 2.3 Gbps di Snapdragon X50 e Gbps uplink 2.5 contro 1.25 semptre tra il modello 5000 e Snapdragon X50. Lo sviluppo dell’infrastruttura 5G presentata da Huawei coinvolge un mercato tecnologico e mobile molto ampio. Il chip Balong 5000 verrà inserito anche nei computer di bordo delle automobili e nei futuri robot ed elettrodomestici delle case smart cities. I nuovi modem Balong e in generale la connessione 5G coinvolgerà gli ingegneri e i costruttori delle future infrastrutture cittadine tra semafori a telecamera o a sensore di riconoscimento e antenne per auto connesse a sistemi di sicurezza autostradale.

Durante la conferenza è stato presentato un access point Huawei per la casa, simile ad Alexa di Amazon e la Smart Wifi di Google. Sarà il primo apparecchio di domotica con dentro un modem per la sola connettività 5G, per lanciarlo nel mercato e presentarlo al MWC verrà però integrato con Balong 5000 a connettività flessibile 2G, 3G, 4G e 5G.

Fonte: DDAY

 

Iole Di Cristofalo Autore

Web Content Editor e blogger

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.