Piattaforma Rousseau M5S, che cos’è e come funziona.

Il fatto politico

La piattaforma Rousseau è il luogo online dove gli iscritti del Movimento 5 Stelle si sono espressi sull’autorizzazione a procedere nei confronti del ministro Matteo Salvini sul caso della nave Diciotti. Le urne online si sono aperte alle ore 11 con un’ora di ritardo rispetto all’appuntamento dato, si sono verificati dei blocchi del sistema a causa del boom di accessi.

Ecco come funziona il voto online del M5S

Nel sito esistono diverse sezioni dove si possono effettuare votazioni, partecipazioni a call to action (chiamate all’azione), scelta dei candidati. La pagina della votazione odierna, era formata da un’introduzione, il riassunto di quanto avvenuto il 20 e 25 agosto con la nave Diciotti, il quesito con le due risposte.

“Martedì, 19 febbraio, la Giunta per le autorizzazioni sarà chiamata a decidere se il ritardo dello sbarco dei migranti della nave Diciotti sia stato deciso “per la tutela di un interesse dello Stato costituzionalmente rilevante ovvero per il perseguimento di un preminente interesse pubblico nell’esercizio della funzione di Governo”.

Si racconta brevemente il fatto e si pone il quesito appena descritto con due possibili risposte, “Sì, quindi si nega l’autorizzazione a procedere” che significa Salvini ha agito per la tutela dell’interesse dello Stato, “No, quindi si concede l’autorizzazione a procedere“. L’utente sceglie cliccando “vota” nel riquadro giallo.

L’esito del voto

L’attenzione sulla sicurezza è sempre alta, un attacco informatico potrebbe in un batter baleno cancellare tutti i risultati politici espressi. Nonostante le falle del sistema denunciate dal Garante della privacy per la sicurezza, l’incertezza delle forme di controllo e la mancanza di un regolamento di controllo sulle votazioni online siamo al terzo anno di attività politica con questo sistema che oggi si è espresso una questione legata alla tenuta del governo dando già un risultato: la vittoria del sì sull’immunità di Salvini con il 59,05% sul totale dei votanti che si è espresso contro l’autorizzazione a procedere.

Storia della piattaforma Rousseau

La piattaforma partecipativa del Movimento Cinque Stelle, nata nel 2016 è ispirata al filosofo illuminista Jean Jacques Rousseau. Unisce due dimensioni di costruzione sociale, la democrazia della rete fatta di partecipazione informativa e social, la democrazia diretta che permette agli iscritti del Movimento 5 Stelle di votare su decisioni importanti e partecipare alla scrittura di leggi e alla scelta sempre attraverso il voto nelle liste elettorali. Dal 2016 ad oggi funzionamento e regole sono cambiate scatenando spesso polemiche. La piattaforma Rousseau contiene anche sezioni per il fund raising del Movimento e una struttura di formazione E-Learning per i suoi iscritti.

Iole Di Cristofalo Autore

Web Content Editor e blogger

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.