Che cos’è un crm strategico

Un’azienda che ha bisogno di crescere trovando,conquistando e mantenendo i clienti in un mondo altamente competitivo ha la necessità di inserire tutte le informazioni dei potenziali clienti in un sistema accessibile a chiunque,per poter avere una gestione ed organizzazione più dettagliata e semplice.
Il CRM è l’ acronimo di Customer Relationship Management, ovvero si occupa della Gestione delle relazioni con i clienti e prevede la centralità del possibile cliente in un’azienda,cioè indica l’insieme di strumenti grazie ai quali un’azienda tramite la propria strategia riesce a chiudere una vendita o fidelizza un cliente.

Il sistema di informazioni

I CRM sono sempre stati utilizzati in passato sotto forma cartacea,cioè di cartelle inserite in uno scaffale in cui vi erano tutte le informazioni dei clienti,ovvero l’anagrafica,i lavori svolti,i prodotti acquistati con le relative offerte,i documenti di trasporto,le fatture.
Oggi,si utilizzano i CRM software,programmi che incrociano i dati dei clienti in tempi brevi,grazie ai quali è possibile conoscere chi ha acquistato un determinato prodotto,piuttosto che sapere la zona in cui vive e hanno tante funzionalità.Da una parte quindi si ha un approccio operativo,nel quale individuata una strategia da parte dell’azienda il CRM permette di conseguirla,dall’altra si ha il contatto diretto con il cliente,tramite email,sms,chiamate per costruire un rapporto di fiducia.

Aspettative relazionali del cliente

L’azienda cerca in un primo momento di catturare il contatto del possibile cliente attraverso degli strumenti all’esterno del CRM con una fiera di settore, con un biglietto da visita o con delle campagne di marketing sui social. Poi si porta il cliente all’interno del CRM e si cattura il contatto chiedendo i dati in cambio di una risorsa per avvicinarsi ad una soluzione di un suo problema.

Il CRM cerca di creare una relazione di fiducia tra il cliente e l’azienda perché è considerata la nuova moneta,grazie alla quale è possibile comprare un prodotto per la conoscenza del produttore,per il brand.

Si cerca di sensibilizzare nuovi clienti avendo una relazione mirata al riconoscimento del cliente in quanto persona portatrice di bisogni personali e sociali così da differenziare e personalizzare l’approccio.

I CRM ,perciò servono per costruire relazioni e comunicazioni,per dare il messaggio giusto alle persone specifiche automatizzando il più possibile tutto il processo,così da ottenere un risparmio di tempo e di denaro ottimizzando le prestazioni aziendali,aumentando così le vendite e di conseguenza i fatturati e i guadagni.In effetti sono degli strumenti molto utili per far crescere un’azienda. Inoltre possono essere utilizzati online e offline incrociando i dati ed ottimizzando i risultati e anche con prodotti digitali,per esempio con i videocorsi,o con prodotti fisici e servizi.Nel caso di un’estetista che volesse catturare nuovi clienti potrebbe utilizzare un CRM anche per massimizzare le vendite con l’offline,creando un strategia basata sul tag di una persona che ogni 20 giorni ha bisogno di un determinato servizio,inviando dopo un pò di giorni un messaggio che le ricordi l’appuntamento.

Il CRM e il magazzino

Con il CMR vi è la possibilità di acquisire nuovi clienti, perché permette di tracciare le persone che potrebbero essere interessate al servizio o al prodotto e tramite un’accurata comunicazione si cerca di convincerle in accordo alla strategia elaborata in azienda.

I vantaggi ottenuti dall’impresa vendendo un prodotto e riuscendo ad entrare in empatia con il cliente rafforzano la fedeltà con un conseguente passaparola.

Quando il CRM si lega alla gestione amministrativa dell’azienda,legata ai prodotti,al magazzino,le funzionalità amministrative vengono inserite al suo interno e chi si occupa di approviggionamento di magazzino,di logistica,può controllare tutte le varie informazioni.

Anche un proprietario di un ecommerce può far integrare le funzionalità del magazzino all’interno del CRM riuscendo così a sapere quante scorte ci sono in magazzino,quanti prodotti sono stati venduti,quanti invece sono ancora da acquistare.

Tutti possono comunicare,lavorare insieme in modo fluido direttamente da qualsiasi dispositivo.

Lo studio dei CRM

Negli anni passati i CRM erano complessi,si trattava di programmi installati su più server presso l’azienda,invece oggi è tutto diverso perchè si ha un’attenzione precisa all’interfaccia grafica che ne consegue una riduzione della complessità.Prima vi erano dei corsi di formazione organizzati in sede presso il fornitore per poter apprendere,adesso invece ci sono anche dei tutor che aiutano nell’utilizzo,dei piccoli manuali brevi o anche dei blog dove poter dare un’occhiata,ad esempio Universeit.blog.

L’azienda che si iscrive ad un CRM può veramente in un attimo importare tutti i dati pregressi che prima magari memorizzava in fogli exel.

Il costo del CRM

I costi di un CRM variano in base alla complessità del software e del cliente che lo acquista.
L’azienda riesce ad importare tutti i dati grazie al CRM,che non costa più tanto rispetto al passato,ma il costo varia tra poche decine di euro all’anno sino a migliaia di euro all’anno e può servire a chiunque,sia ad un professionista che opera da solo offrendo servizi o prodotti,sia ad un’azienda molto grossa che deve andare a memorizzare e ad elaborare le informazioni.

Redazione Autore