Google Immagini , rivoluzionata l’ intelligenza artificiale

Con il sempre maggiore sviluppo di smartphone di ultima generazione, anche colossi come Google, hanno dovuto implementare all’ interno del proprio algoritmo delle migliorie finalizzate ad una migliore esperienza degli utenti all’ interno del mondo portatile. A tal proposito, il colosso americano, ha pensato di introdurre delle novità all’ interno di Google Immagini. Nelle prossime righe andremo a sviluppare meglio il discorso e ad approfondire i punti salienti che ” Big G “ ha pensato per Google Immagini .

google immagini

Google Immagini , tutte le novità introdotte

Per festeggiare il ventesimo anno di esistenza di Google, gli sviluppatori hanno rivoluzionato l’ intelligenza artificiale del motore di ricerca, rendendola ora, molto più potente e utile. Le modifiche apportate a Google Immagini sono le seguenti:

  • Storie AMP in Google Immagini: Oltre alla ricerca tradizionale, ora Google AMP approda anche in Google Immagini . Questo nuovo formato, consente una rapidità di caricamento maggiore rispetto ai risultati di ricerca precedenti
  • Storie AMP automatiche: L’ intelligenza artificiale di Google, pubblicherà storie AMP su personaggi famosi e l’ utente potrà approfondire la notizia con un clic, aprendo così la notizia della fonte alla quale ha attinto Google.
  • Video in primo piano: L’ intelligenza artificiale di Google è sempre più brava a comprendere i termini di ricerca che vengono utilizzati dagli utenti, riuscendo così a proporre i video di YouTube più pertinenti rispetto al contesto.
  • Algoritmo rifinito: Ora, Google, per il posizionamento dei siti internet all’ interno della propria SERP, predilige le pagine che hanno un’ alta popolarità, rispetto alle altre, e predilige le pagine che hanno l’ immagine cercata nella parte alta e al centro.
  • Più informazioni sulle immagini scelte: Ora vengono rivelati alcuni dettagli sulle pagine, come il ranking della pagina, oppure le didascalie che accompagnano le foto, oppure i termini correlati. Queste funzionalità erano disponibili solo su mobile, ora approdano anche su Desktop.
  • Google Lens in Immagini: Google Lens permette di analizzare un’ immagine sfruttando la fotocamera del telefono in modo da poter ricevere informazioni riguardanti l’ oggetto inquadrato.

Emilio Brocanelli

Redazione Autore