Holiday Working: i consigli per ottimizzare il lavoro in vacanza

Oggi c’è una tendenza che regna sovrana, e che sta caratterizzando l’estate 2022: si tratta del cosiddetto holiday working, ovvero del lavoro che prosegue anche durante le vacanze e le ferie estive. Sono oramai molte le persone che lavorano in smart working o che abbracciano una professione digitale, e che dunque approfittano anche dell’estate per proseguire con gli impegni della propria professione. Naturalmente c’è anche chi non può farne a meno, ma questo è un altro discorso. Ciò che conta è imparare ad organizzarsi nella maniera corretta, per ottimizzare il lavoro, ma senza per questo rinunciare al relax tipico dell’estate.

Connettersi a Internet in vacanza: come fare?

Ovviamente il primo fattore da curare è la connessione a Internet, fondamentale per chi sceglie di lavorare anche quando si trova in viaggio. Se la struttura ricettiva scelta non ha una connessione alla rete, o se questa è troppo lenta o va a singhiozzo, è possibile trovare delle soluzioni alternative. Si fa ad esempio riferimento al proprio smartphone, che può essere utilizzato anche per navigare da PC o da laptop, impostando l’hotspot. Se ti interessa questa opzione, scopri quanto costa usare il cellulare come router, e come fare per impostare la funzione in questione.

Stabilire orari specifici per il lavoro e rispettarli

La regola d’oro da rispettare è quella di non lavorare ininterrottamente, ma soltanto lo stretto necessario, per poi dedicare il resto del tempo al relax e al divertimento. Questo vale in particolare per chi ha scelto di portare in vacanza con sé la propria famiglia, oltre ai “compiti per casa”: i bambini, infatti, devono avere la possibilità di divertirsi senza per questo pagare le scelte dei genitori. Ovviamente anche il professionista deve avere la possibilità di godersi la propria vacanza perché, in caso contrario, non riuscirà a scaricare lo stress accumulato durante l’anno.

Procedere impostando dei micro-obiettivi

Un altro consiglio prezioso è il seguente: procedere impostando dei piccoli obiettivi da raggiungere ogni giorno. Un progetto impegnativo, ad esempio, potrà essere suddiviso in “pacchetti” o task da svolgere volta per volta, come quando si uniscono le tessere di un puzzle. Questa strategia consente di semplificare le cose, e di accumulare meno stress, guadagnando inoltre il tempo per godersi le meritate ferie. Certo, allunga le tempistiche di consegna del progetto, quindi è il caso di essere chiari con il cliente o il datore di lavoro.

Lavorare la mattina alzandosi presto

Esistono diversi modi per lavorare durante l’estate, ma uno dei più efficaci è quello di alzarsi presto la mattina e dedicare un paio d’ore al lavoro, per via dei benefici di questa abitudine. In questo modo è possibile avere più tempo libero a disposizione, senza dover sacrificare la propria vacanza, e riuscendo al tempo stesso a far fronte ai propri impegni professionali. Naturalmente è importante dormire il giusto (almeno 7-8 ore) e quindi andare a letto evitando di fare le ore piccole. In alternativa, se si desidera fare più tardi, si può comunque lavorare la mattina e dedicarsi alle vacanze il pomeriggio e la sera.

Redazione Autore