Droni di Intel, i futuri taxi aerei donati all’aviazione storica USA

Anil Nanduri è il chief Intel della sezione droni, “oggetti” volanti che noi utilizziamo come giochi al parco con i bambini ma le grandi aziende usano per aumentare i loro profitti, come Amazon che ha il progetto di sviluppare consegne merci sfruttando il cielo e, appunto, Intel che parla in un’intervista rilasciata al giornale Cnet di automobili aeree che arriveranno nel 2023, tre anni dopo un anno che tutti prevedono di contrattura economica ma allo stesso tempo di sviluppo tecnologico spaziale.

Droni di Intel, ecco che cosa ha dichiarato

I droni oggi sono utili per eseguire foto immobiliari e ispezionare i gasdotti. Domani potrebbero essere utili per la sicurezza domestica e la consegna dei pacchi. In mezzo decennio abbiamo aggiunto una terza utilità, salvare gli autisti bloccati nel traffico“.

Uber e Ehang, racconta Anil Nanduri nella sua intervista, sono già daccordo, l’innovazione dei droni combinata sulle persone sta uscendo da uno stallo mediatico e l’idea delle auto volanti è già consolidata. Partiranno i taxi aerei che potrebbero già essere attivi entro il 2023, ci sono in ballo ricerche di sicurezza, ingegneria e sfide sociali.

Cosa ne pensa Elon Musk

Elon Musk, amministratore delegato di Tesla, SpaxeX e Boring Company sembra non essere fiducioso tecnologia ma potrebbe anche essere disinteresse per la nuova innovazione visto che da solo sta creando tunnel sotterranei dove le persone verranno accompagnate da un posto all’altro ad alta velocità per centinaia di chilometri. La soluzione di Intel per Elonk Musk al momento è troppo costosa sotto tutti i punti di vista, soprattutto sociale e ambientale visto che si scontrerà con la legislazione delle linee aereoportuali cittadine.

Uber tra Ces e MWC 2019

Vediamo di seguito alcuni dei droni prototipi presentati da Uber e altre aziende. Sono le future auto e moto volanti.

Intel e Nasa alla conferenza sull’autonomia tecnologica 2019

Intel è stata presente alla conferenza All About Autonomy 2019, un luogo dove grandi società industriali, Nasa e altre realtà hanno discusso i temi legati all’autonomia tecnologica e alla sicurezza dei dati e delle persone. Nanduri, Vice presidente e General Manager della Intel Drone Group è stato presente con oltre 150 droni al Superbowl LIII, ha fatto volare dei modelli leggeri che ha donato al Museo dell’aviazione di Hillter.

Redazione Autore